Nutriti bene, vivi meglio

Aumenta la motivazione alla dieta con la rubrica del lunedì "motivAzione". Se ti nutri bene, guadagni salute.


motivAzione | La resilienza nel processo di dimagrimento

Dietista Vanessa Marrone 05/07/2015 0

La resilienza è una dote da costruire nel tempo per affrontare con successo un processo di cambiamento e, in generale, per resistere agli eventi avversi della vita. 

Un cambiamento richiede forza. Sarà per questo che il nome di una delle qualità necessarie al cambiamento è mutuato dal mondo dei metalli. In fisica, la resilienza è la capacità dei metalli di resistere ad un urto senza spezzarsi. In ambito psicosociale, la resilienza è la capacità di fare fronte ad un evento avverso riorganizzando la propria vita in modo funzionale al superamento degli ostacoli. 

Nell'ambito del dimagrimento, la resilienza è una caratteristica necessaria sia per iniziare un percorso finalizzato alla perdita di peso sia per fronteggiare una situazione di recupero di peso una volta cominciato il trattamento. 

Pensiamo a quando entravamo comodamente in una taglia 40: possiamo scegliere se abbandonarci al pessimismo e alla rassegnazione e rimanere con i chili presi. Oppure possiamo scegliere di riprovare a raggiungere il peso ideale, riprovare a rientrare in quei pantaloni che ci piacevano tanto. Ci costa tanta fatica riprovarci, lo sappiamo, ma intraprendere un nuovo tentativo è l'unico modo per raggiungere l'obiettivo. 

Un periodo di crisi è utile a trasformare un'esperienza dolorosa in un'occasione di apprendimento di capacità di problem solving. "Le crisi hanno i loro tempi. Non è il tempo ad aiutare a superarle. E’ il nostro io che lavora nel tempo", sostiene Alba Marcoli. Non tutti i mali vengono per nuocere quindi...

Come possiamo allenare la nostra resilienza?
Le persone che hanno migliori risultati terapeutici, hanno una naturale predisposizione all'ottimismo e al problem solving e, inoltre, possono contare su un aiuto solido come la famiglia, gli amici, i servizi educativi come la scuola, gli operatori sanitari.

Se, però, ci sembra di non avere queste qualità per natura e di non poter contare sull'aiuto di qualcuno, possiamo comunque aumentare il nostro livello di resilienza sviluppando le seguenti competenze: 

  • prendiamo consapevolezza dei problemi e rendiamoci disponibili a risolverli;
  • impegniamoci nell'analisi e nella risoluzione dei problemi;
  • mettiamo dei confini tra noi e le persone che ci influenzano negativamente;
  • cerchiamo contatti con persone positive;
  • svolgiamo attività creative che ci permettano di dare sfogo alle emozioni.

Commenti

Lascia il primo commento!

Newsletter

Archivio

© 2013 Dott.ssa Vanessa Marrone. Tutti i diritti sono riservati. Privacy policy

Back to top